Sfatiamo un mito: dimagrire non significa solo perdere peso!

L’obiettivo di questo post è quello di chiarirvi le idee sul concetto di “dimagrimento”. Infatti, non tutti sono a conoscenza che la perdita di kg, la lancetta della bilancia che scende non è indice automatico di miglioramento dell’aspetto fisico, in quanto bisogna valutare la composizione corporea (ovvero misurare i diversi componenti che costituiscono il corpo). Questa valutazione, puo’ essere fatta attraverso varie metodiche , quali la pesata idrostatica o impedenziometria in acqua, le bilance impedenziometriche e infine la piu’ usata : la plicometria che richiede un semplice dermocalibro, acquistabile anche in farmacia a pochi euro che ci permettera’ di rilevare lo spessore delle pliche corporee di grasso e questi risultati abbinati a specifici software facilmente reperibili ci permetteranno di determinare la percentuale di grasso corporeo e della massa magra. Come si puo’ notare, l’immagine che riportiamo quì sotto è indicativa di tutto quello che vi stiamo dicendo. Il peso dei due soggetti, in questione è identico, ma l’aspetto è completamente diverso. Perchè?

Nel primo caso, la percentuale di massa grassa sara’al 10% o anche sotto. Nel secondo caso sara’ al di sopra del 25%.Tenete conto che mantenere bassa la percentuale di massa grassa, non serve solo per avere un aspetto eccellente , ma anche per minimizzare molti rischi per la salute. Infatti, oramai i piu’ recenti studi scientifici sono concordi nel legare in modo indissolubile le malattie cardiache (specialmente quelle piu’ pericolose, ovvero coronariche), al livello di grasso viscerale e addominale. Quindi , mantenetevi magri e con un buon tenore di massa muscolare (ovvero massa magra) e aggiungerete vita ai vostri anni, e anni alla vostra vita.

I commenti sono chiusi.