Riservato alle donne: Il maledetto ago della bilancia: buttiamo una volta per tutte quest’inutile oggetto nella spazzatura.

Se nei miei 20 anni esatti di esperienza come personal trainer avessi avuto un euro per ogni volta che ho sentito parlare qualche donna in palestra, per strada o in qualche forum della sua “battaglia” col peso sulla bilancia ora sarei milionario. Vediamo perciò una volta per tutte di eliminare per sempre quest’idiozia. Allora, vi rivelerò una notizia fenomenale: IL PESO SULLA BILANCIA NON SIGNIFICA UNA MAZZA.
Ma come, direte voi, le riviste, la dietologa il naturopata ecc ecc? Ok. Parliamoci chiaro. Il mondo che ruota intorno al fisico e alle diete, al di fuori del nostro settore specialistico del bodybuilding/fitness è di un’ignoranza a dir poco SPAVENTOSA. Ancora nel 2014 mi tocca sentire queste storie sul “peso” quando ormai dovrebbe essere patrimonio comune ed accettato il fatto di considerare la COMPOSIZIONE CORPOREA e non il mero peso sulla bilancia. Visto però che a quanto pare non è così, vediamo di spiegarlo una volta per tutte.

Ok, quindi , quando salite sulla bilancia osservate un numeretto magico: 45-50-60 kg ecc. Ma.. che significa? Quello che vedete indicato è solo un numero che ci dice la forza peso, cioè in fisica quella che agisce su ogni oggetto dotato di massa e sottoposto alla forza di gravità con la quale la Terra attrae a sè i corpi. Non vi dice Nient’altro. Non è cioè quel numero che stabilisce se siete in forma, fuori forma, magre grasse ecc. Quello che lo indica, in modo incontrovertibile, è il peso INSIEME alla valutazione della vostra composizione corporea. Cioè lo stabilire , a partire dal peso indicato, quanto di quel peso è massa magra e quanto massa grassa. Perché è pacifico che è solo la diminuzione della massa grassa rispetto a quella magra (muscolo, tessuto connettivo ecc) che determina il miglioramento drammatico dell’aspetto (e della salute, non dimenticatelo).
Facciamo un esempio. Una donna alta 160 cm che sulla bilancia pesi , che so, 60 kg. Se al controllo plicometrico della composizione corporea avesse, per esempio, il 20 % di massa grassa, significherebbe che la sua massa grassa totale è di 12 kg. Una persona diciamo pure un po’ paffutella, per non essere ingenerosi. Ma se lo stesso peso corrisponde ad esempio ad una % di grasso del 10%, in quel caso il grasso totale sarebbe di 6 kg, e l’aspetto decisamente più gradevole, duro, tirato ed atletico senza maniglie e ciambelle di grasso varie. Eppure, il peso sulla bilancia è.. lo stesso. Come vedete, l’importante è la composizione corporea , non il peso tout-court. La massa muscolare (massa magra) ha il duplice vantaggio di essere “modellante” (occupa un volume estremamente ridotto rispetto alla massa grassa in quanto il peso specifico è infinitamente superiore) e inoltre è…attiva: per “vivere” ha bisogno di nutrienti, proteine e grassi in primis, per cui sintetizzando, già l’avere mezzo chilo in più di massa muscolare vi aumenta il metabolismo basale. Quindi consumate di più a riposo solo per il fatto di avere addosso un po’ di massa muscolare in più. Ma..come farsela sta massa muscolare? Semplice. In palestra. Con i pesi. E, no, mi dispiace lo so ma non con i saltelli , saltellini, elastichetti e tapis-roulant connessi a internet e a MTV. No. Servono i buoni vecchi pesi di ghisa. Usateli, e il vostro corpo vi ringrazierà. Davanti allo specchio e nella vita di tutti i giorni.

Luca Del Signore
Istruttore e personal Trainer FIF/CONI

I commenti sono chiusi.